I numeri sono un’opinione

Sono un sostenitore della teoria per cui “in politica i numeri sono sempre un’opinione”: cioè, i numeri che vengono citati il più delle volte sono veri, ma chi li cita è attento a selezionare quelli che gli fanno più comodo e a tralasciare quelli che lo mettono più in difficoltà. L’esempio principe di questa teoria è il concetto ormai famigerato che riguarda i debiti degli stati: se vi ricordate, Tremonti ha sempre detto e continua a sostenere che l’Italia va benone perché, se sommiamo debito pubblico e debito privato, la conclusione inevitabile è che il nostro paese è molto meno indebitato degli altri; peccato che la crisi dello spread, il debito pubblico che continua a salire e il risparmio privato che continua a scendere dimostrino che l’Italia non va affatto benone, soprattutto perché un debito pubblico di tali proporzioni impedisce al governo di intervenire per tagliare le tasse e aumentare la spesa pubblica. Quindi, le cifre bisogna maneggiarle con cura o si rischia di avere un quadro distorto della realtà.

Oggi la mia teoria ha avuto una conferma indiretta dall’edizione delle 13:00 del TG2. Ad un certo punto [minuto 15:50 del video linkato] la giornalista lancia un servizio sui pranzi di Natale e, sorpresa sorpresa, viene citato il dato della Coldiretti secondo cui gli italiani spenderanno, per pranzi e cenoni di Natale, il 10% in più di quanto hanno speso l’anno scorso. Dato incredibile verrebbe da dire: nonostante la recessione spenderemo di più per le feste! Evviva, bella notizia!
Ecco, a questo punto il servizio cita un altro dato interessante: il 92% degli italiani passerà il Natale a casa. Sarebbe interessante capire, quindi, se quel 10% in più citato all’inizio dipenderà dagli italiani che effettivamente hanno deciso di spendere di più rispetto all’anno scorso o se dipenderà dagli italiani che l’anno scorso hanno festeggiato in agriturismi, ristoranti e vacanze all’estero e che quest’anno hanno deciso di restare a casa. Io propendo per la seconda ipotesi e non sarebbe affatto una bella notizia [da un punto di vista della crisi economica ovviamente].

Annunci

Informazioni su ilsensocritico

La migliore qualità dell'uomo è il dubbio. Discutiamo insieme dei problemi della politica italiana
Questa voce è stata pubblicata in Attualità e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Commentate senza insultare

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...